post

Il fattore “C”, mito di tutti i successi imprenditoriali, mi era stato presentato con annessa anche una splendida formula matematica che recitava: “basta averne almeno due su tre…”

Cos’è veramente il fattore “C”?fattore C

Se sei un abituale lettore del Blog Logisticsolutions avrai pensato immediatamente alla parte anatomica inferiore posteriore, perché sei abituato alle nostre dissacranti escursioni  sui temi aziendali. Ebbene si! Il Fattore “C” può essere anche questo ma non solo.

Può essere anche la Competenza che è indispensabile quando ci si cimenta in una impresa: non si può improvvisare in un mercato maturo come quello moderno. Il mercato riconosce le competenze ed ha strumenti (internet ad esempio) per valutare bene se chi ha difronte è non solo competente ma il “migliore possibile” per le sue tasche.

E veniamo al terzo che chiudeva la formula matematica :i Contanti. In effetti ogni formula matematica è fatta di numeri e i numeri importanti per una impresa sono i capitali che puoi mettere in gioco per un progetto aziendale.

La formula recitava : se ne hai almeno due dei tre, puoi vincere!

In effetti per molto tempo ho pensato che fosse indispensabile avere le competenze  e un po di  “C”-fortuna oppure  contanti e competenza  o meglio ancora contanti e “c”-fortuna perhè il risultato  ed il successo fosse garantito …

Ora  rifletto su quale sia davvero determinante come fattore “C” e mi cimento nel tentativo di accrescere la competenza e i contanti perché evidentemente non posso controllare il “C”-fortuna. A volte mi sento come il criceto nella ruota:  per accrescere le competenze e approfondire una determinata materia, sono costretto ad investire i  contanti in cassa e se invece mi concentro sui contanti non posso fare altro che correre e correre a testa bassa cercando le pochissime opportunità che il mercato mi offre .

Invece  ho idea che ci sia  davvero un quarto  fattore “C” che i veri uomini di successo ci stanno tenendo nascosto. Nessuno ti direbbe qual’è il segreto del suo successo perché significherebbe a quel punto che non è più un segreto .

E se ce n’è un quarto  allora Il fattore “C” per il successo è il fattore CREATIVO.

Certo! La creatività, non intesa solo come la fantasia di mettere in gioco modi diversi, intriganti e coinvolgenti per risolvere delle situazioni , ma la creatività intesa  come vera Genesi delle soluzioni. L’idea ,l’invenzione e l’innovazione non bastano da sole per fare il successo , è necessario l’applicazione delle stesse per soddisfare un’esigenza del mercato.

Quindi mi son detto: “se vuoi il successo, smettila di fare altro e pensa solo a quali sono le esigenze dei clienti e soddisfale CREANDO tu stesso una soluzione !” Questo credo sia l’atteggiamento mentale  di tutti i più grandi uomini di successo  dei nostri tempi. Si sono cimentati con l’arte della creazione!

Se vuoi il successo pensa solo a quello che puoi fare e dare agli altri in termini di valore per soddisfare le loro esigenze. Crea la soluzione e i contanti arriveranno da soli.

Ovviamente non dimenticare di continuare ad accrescere le competenze  e se ti applichi vedrai che la vita stessa ti concederà anche un po’ di “C”

“C”uscito Gianni.

p.s. ricordati anche della “C” di CONDIVIDERE

Visto che non esisteva, l’ho CREATO.

IL MITO DEL FATTORE “C”.  Un  libro cartaceo che puoi trovare qui.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *